Consorzio Strade Vicinali di San Bassano


Menù a briciole di pane

Sei in Home > Il Consorzio > Statuto

Sommario


Contenuto

Statuto

Articolo 1 ? Scopo del consorzio

È costituito in San Bassano, con sede presso il Municipio, un Consorzio volontario, con durata illimitata, per la sistemazione e la manutenzione delle Strade Vicinali denominate:

  • CHIOSAZZO-CAMiPAGNAZZE avente inizio dal mappale 21 del foglio 13 fino alla Cascina Campagnazze;
  • SAN GIACOMO avente inizio dal mappale 25 del foglio 7 fino alla Cascina San Giacomo, ad eccezione dell'ultima parte inclusa nel mappale 49 del foglio 1;
  • CASTELLINA RATTI avente inizio dal mappale 35 del foglio 13 fino alla Cascina Castellina Ratti;
  • CASTELL1INA BOSSI avente inizio dal mappale 15 del foglio 13 fino alla Cascina Castellina Bossi;
  • CAMOLINI avente inizio dal mappale 15 del foglio 13 fino alla cascina Camolini.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 2 ? Composizione del consorzio

Fanno parte del Consorzio:

  1. il Comune di San Bassano;
  2. le Ditte elencate nei catastini allegati che sottopongono al vincolo consorziale, a termini di legge, i terreni e i fabbricati in esso identificati.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 3 ? Organi del consorzio

Organi del Consorzio sono il Presidente, l'Assemblea generale degli utenti ed il Consiglio di Amministrazione.

Il Presidente del Consorzio è di diritto il Sindaco di San Bassano.

L'Assemblea generale degli utenti è costituita dal Sindaco e da tutte le ditte elencate nei catastini.

Il Consiglio di Amministrazione è formato da 7 Membri e precisamente:

  1. dal Sindaco di San Bassano;
  2. da due rappresentanti scelti tra gli utenti della Strada San Giacomo;
  3. da un rappresentante per ciascuna delle altre quattro Strade consorziate, scelto tra gli utenti della strada interessata..

Il titolare di una ditta intestata nel catastino può delegare, per iscritto, l'affittuario che può essere eletto in rappresentanza della strada utilizzata.

L'eventuale nomina dell'affittuario dovrà essere revocata in caso di risoluzione del contratto di affitto durante il periodo del mandato.

I Membri del Consiglio di Amministrazione durano in carica per un periodo pari a quello previsto dalla legge per i Consigli Comunali e possono essere rieletti.

Nel caso si rendessero vacanti eventuali posti nel Consiglio di Amministrazione, subentra per surroga l'utente che ha ottenuto più voti dopo il primo eletto.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 4 ? Procedure per la nomina rappresentanti

Gli utenti di ciascuna delle Strade Vicinali che costituiscono l'Assemblea generale degli Utenti procedono alla~nomina dei loro rappresentanti nel Consiglio di Amministrazione con votazione segreta nel giorno e luogo stabiliti dal Presidente.

Ciascuna ditta iscritta nel catastino degli utenti ha diritto di votare per la nomina dei rappresentanti della strada sulla quale risulta iscritta.

Ciascuna ditta deve essere rappresentata da una sola persona.

Il titolare può delegare per iscritto, nelle operazioni di voto, l'affittuario o altra persona di fiducia.

Ogni ditta ha diritto ad un voto fino a 1.000 (mille) quote di interessanza; a due voti per quote di interessanza fino a 5.000 (cinquemila); a tre voti fino a 20.000 (ventimila) quote; a quattro voti oltre le 20.000 (ventimila quote.

Per le realtà produttive particolari di cui al successivo articolo 6, il Consiglio di Amministrazione determinerà il diritto al numero dei voti, in rapporto alla maggiore tassazione applicata.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 5 ? Determinazione quote di interessanza

Le quote di interessanza di ciascuna ditta sono calcolate moltiplicando la superficie di ogni mappale, espressa in ettari, per il percorso utilizzato dall'utente, espresso in metri lineari, moltiplicando il prodotto per il seguente coefficiente:

  1. 1 (uno) quando l'uso della strada è effettuato per accedere a terreni di proprietà della ditta consorziata;
  2. 0,40 (zero virgola quaranta) quando il mappale non ha accesso dalla Strada Vicinale ma è annesso al cascinale abitato dal titolare o dall'affittuario che usufruisce della Strada stessa.

Quando si dimostri, con certificazione scritta, che un mappal.e presente nel catastino abbia diritto di accesso anche da altra strada, si applica una riduzione del 50% (cinquan-­ta per cento) rispetto al coefficiente assegnato di cui al precedente punto a).

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 6 ? Determinazione tassazione per casi particolari

Per i terreni in proprietà o in affitto non aventi accesso lungo la Strada e condotti da titolari di cascine poste sulle Strade Vicinali, viene applicata una tassazione calcolata con le stesse modalità indicate al punto a) del precedente articolo 5, prendendo come riferimento la superficie espressa in ettari, il percorso espresso in metri lineari calcolato dall'inizio della Strada fino alla cascina ed il coefficiente 1 (uno).

Se i terreni di cui al punto precedente hanno accesso su altra Strada Vicinale, la tassazione riguarderà due Strade Vicinali con importo differenziato.

Per realtà produttive particolari che comportino un elevato uso della Strada, si applica, unitamente alla tassazione normale, una tassazione aggiuntiva deliberata dal Consiglio di Amministrazione previa trattativa con la ditta interessata. Ogni accordo dovrà essere sottoscritto dal titolare della ditta e dal Presidente del Consorzio. I titolari di abitazioni e/o di attività produttive non legate all' agricoltura che facciano uso delle Strade Vicinali, sono tenuti a pagare una tassazione che dovrà essere concordata, verbalizzata e sottoscritta con il Presidente del Consorzio.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 7 ? Ripartizione delle spese

La ripartizione delle spese sostenute dal Consorzio viene ripartita nel modo seguente:

  • il Comune di San Bassano partecipa alle spese totali con la quota di un terzo;
  • i rimanenti due terzi sono a carico degli utenti iscritti nei catastini, in proporzione alle quote di interessanza previste dall'articolo 5 e delle maggiorazioni previste dall'articolo 6.
  • Per gli interventi straordinari il costo verrà sostenuto solo dagli utenti della Strada interessata, ripartite con le stesse modalità previste per la manutenzione ordinaria.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 8 ? Competenze degli organi del consorzio

L'Assemblea generale degli utenti ha competenza limitatamente ai seguenti atti fondamentali:

  1. approvazione statuto consorziale ed eventuali modifiche;
  2. indirizzi generali per l'attuazione degli scopi del Consorzio;
  3. approvazione regolamenti;
  4. costituzione modifica e scioglimento del Consorzio.

Il Presidente del Consorzio convoca e presiede sia l'Assemblea che il Consiglio con diritto di voto solo nel Consiglio. Sottoscrive tutti i verbali delle sedute con il Segretario del Consorzio e sottoscrive tutti gli atti amministrativi dell'ente.

Il Consiglio di Amministrazione ha il compito di:

  1. nominare gli incaricati che dovranno curare la manutenzione delle Strade e stabilirne il compenso di anno in anno;
  2. stabilire le regole per la fornitura, la distribuzione della ghiaia e la manutenzione delle Strade;nominare il Segretario del Consorzio, fissame gli emolumenti e disciplinarne le mansioni;
  3. designare il Tecnico del Consorzio e liquidarne la specifica delle mansioni svplte;
  4. approvare i preventivi delle opere e delle forniture relative ad ogni singola strada consorziale, approvare i consuntivi delle opere e forniture e far predisporre i ripa.rti ed i relativi ruoli
  5. compiere tutti gli atti relativi all'amministrazione consorziale non di competenza del Presidente e dell'Assemblea.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 9 ? Cassiere del consorzio

Le funzioni di cassiere del Consorzio sono svolte dal Tesoriere Comunale.

Esso riscuote le somme indicate negli ordini di incasso e paga su presentazione dei mandati di pagamento.

I predetti documenti sono firmati dal Presidente e dal Segretario.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 10 ? Sedute del Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione viene convocato dal Presidente in via ordinaria due volte all'anno per la formazione dei preventivi e per l'approvazione dei consuntivi; può essere convocato in via straordinaria ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o su richiesta di almeno la metà dei Consiglieri.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 11 ? Modalità delle sedute collegiali

Le sedute dell'Assemblea sono valide in prima convocazione con la presenza della metà più uno delle quote iscritte in catastino. In seconda convocazione, da tenersi almeno 12 ore dopo la prima convocazione, le sedute sono valide con qualsiasi numero di presenti. Le sedute del Consiglio di Amministrazione sono valide con la presenza di almeno 4 componenti compreso il Presidente.

Tutte le delibere dell'Assemblea sono adottate a maggioranza assoluta dei voti espressi dai presenti e votanti. Al di fuori della votazione per i rappresentanti in seno al Consiglio di Amministrazione, in caso di possesso di più quote relative a strade consorziate diverse, i voti vengono considerati una sola volta per la quota più alta.

Le delibere del Consiglio di Amministrazione vengono adottate a maggioranza assoluta dei presenti e votanti.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 12 ? Comunicazione variazioni

Le ditte consorziate hanno l'obbligo di comunicare al Presidente, entro un mese, le variazioni intervenute per quanto riguarda i terreni iscritti nei catastii e quelle relative al precedente articolo 6.

Freccia in altoIndice contenuto

Articolo 13 ? Disposizioni finali

Per tutto quanto non previsto dagli articoli preecedenti relativamente alle modalità di funzionamento degli organi collegiali, dei rapporti con la Tesoreria, la tutela delle strade e quanto altro possa occorrere per il buon funzionamento del Consorzio, provvederanno le vigenti disposizioni al riguardo.

San Bassano, li 26 marzo 1999


Pié di pagina

©2010÷2019 Consorzio Strade Vicinali di San Bassano - PI 92000510195
Area riservata - Webmaster EMME3 - Valid Html - Valid CSS - Sommario